Il settore agroalimentare annovera le derrate maggiormente a rischio d’infestazione e maggiormente soggette ad essere contaminate da tracce d’infestanti animali lungo tutta la filiera.

In effetti, negli alimenti di origine vegetale, la presenza di tracce/frammenti d’insetti può trovare origine già dal campo (derrate infestate da fitofagi) e arricchirsi durante tutta la filiera di trasformazione (infestazioni industriali).

Mentre l’assenza di insetti fitofagi sulle derrate vegetali in campo è difficile da garantire, il controllo delle proliferazioni infestanti nella filiera di trasformazione, conservazione e vendita è d’obbligo al fine di evitare il deterioramento qualitativo del prodotto alimentare.

E’ necessario precisare che anche le aziende  agricole, ossia la produzione primaria, devono, ai sensi del Reg. CEE 852/2004, adottare tutti i provvedimenti necessari al fine di proteggere le derrate dagli infestanti animali; quindi le imprese agricole dotate di locali di stoccaggio del prodotto in azienda devono attrezzare tali locali dei dispositivi di monitoraggio e controllo degli infestanti sulla base del rischio valutato nell’ambito del piano di autocontrollo.