Zecche molli (Argas reflexus)

Le zecche molli sono acari caratterizzati da un corpo ovoidale appiattito in senso dorso-ventrale; dal punto di vista biologico si tratta di artropodi ectoparassiti ematofagi in tutti gli stadi di sviluppo mobili.

Di particolare interesse in ambiente urbano è Argas reflexus o zecca del piccione; questa specie è associata al colombo di città e, in particolare, ai suoi ambienti di nidificazione.

L’infestazione delle abitazioni sostenute da questa specie trovano origine, nella quasi totalità dei casi, dalla contiguità delle unità abitative/lavorative con aree, generalmente degradate/abbandonate, utilizzate dai colombi per la sosta e la nidificazione.

Dagli ambienti di nidificazione le zecche molli, in particolare nei mesi tardo-invernali/primaverili, migrano verso le abitazioni all’interno delle quali, di notte, possono pungere l’uomo. A. reflexus non risulta essere vettore specifico di agenti patogeni per l’uomo, ma le punture possono essere particolarmente dolorose e possono essere alla base, in soggetti precedentemente sensibilizzati, di reazioni allergiche gravi.

In caso d’infestazione è necessario innanzitutto formulare una precisa diagnosi ambientale al fine di accertare con precisione la specie infestante e individuare, di conseguenza, la fonte dell’infestazione.

Ad infestazione conclamata è necessario pianificare urgentemente un protocollo d’intervento di disinfestazione e di bonifica ambientale. Semplici trattamenti ambientali localizzati sortiscono effetti molto limitati nel tempo in assenza di interventi su più ampia scala.

Igiencontrol propone i seguenti metodi di disinfestazione:

  • Classici, attraverso l’impiego di sostanze insetticide chimiche abbattenti;
  • Innovativi: criodisinfestazione e termodisinfestazione.
Zecche molli